NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Disordine e immigati Dichiarazione della Segreteria Provinciale PcdI Brescia sugli eventi avvenuti a seguito della manifestazione di protesta dei lavoratori immigrati di Sabato 21 Marzo.

Scritto da Segreteria Provinciale PCdI Brescia.

A fronte degli scontri che hanno segnato la città in questi giorni non possiamo che sottolineare come tutto questo sia in linea con l'impostazione che si è voluta dare al problema dei permessi di soggiorno per gli immigrati.
Quando si rifiutano l'80% delle richieste di regolarizzazione si aderisce di fatto ad un solo criterio, ovvero quello di ritenere i lavoratori immigrati un problema di ordine pubblico e non una delle risorse della comunità. Conseguentemente le loro legittime proteste divengono ulteriore problema da risolvere con la forza e così avviene che il disordine parta dall'alto.


Ci schieriamo con i lavoratori e con i cittadini che si sono visti negare l'acceso alla città per lunghe giornate. Lo riteniamo un ulteriore tentativo di creare conflitto tra persone che desiderano solo poter lavorare al di fuori della clandestinità ed in tutta tranquillità.
L'unico ordine in cui ci riconosciamo appieno è quello del diritto e della civile convivenza, e questo è stato negato a partire dal rigetto di tante domande di soggiorno, rigetto necessariamente pretestuoso date le dimensioni dello stesso.
Da qui deve ripartire il lavoro dell'amministratore e dei tutori della giustizia riportando ordine tra i diritti negati ed accompagnando il concretizzarsi delle legittime aspirazioni di tutti.

La Segreteria Provinciale PCdI Brescia