NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

NEWS

Legge di stabilità. La Cgil dichiari sciopero!

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

Entro novembre la Legge di Bilancio sarà approvata: ci saranno risorse per la decontribuzione dei nuovi assunti, cioè altri regali alle imprese, ma niente per fermare l’aumento automatico della Fornero, né il primo scatto (quello che partirà subito a gennaio del 2018 e porterà la pensione di vecchiaia a 66,7 anni per tutti, uomini e donne), né il secondo (quello che del 2019 che recepirà i dati Istat sull’aumento dell’aspettativa di vita e che porterà sia la pensione di vecchiaia che quella di anzianità a aumentare di altri 3 o 4 mesi, a seconda di quali saranno i dati defintivi dell’Istat). Insomma, si andrà in pensione a 67 anni. Il peggior sistema pensionistico in Europa!

La mancanza di mobilitazione da parte della Cgil è imperdonabile. Dire che la legge di Bilancio non va bene, non basta. La Cgil deve smarcarsi dagli altri sindacati confederali e dalla piattaforma unitaria presentata due anni fa, perché non ci sono le condizioni di merito per proseguire insieme su quella strada, in particolare con la Cisl che ha già dichiarato che la legge di Bilancio è positiva e a parte qualche limatura qua e là va bene.

La Cgil deve riaprire la vertenza sulle pensioni con obiettivi chiari e forti, convocare subito un pacchetto di scioperi, organizzare le assemblee nei posti di lavoro e preparare la mobilitazione, fino allo sciopero generale con la manifestazione nazionale a Roma. Subito, perchè i tempi sono stretti e non si può fare come nel 2012, quando si è convocato lo sciopero generale il 12 dicembre, con il Jobs act già approvato dal Parlamento.

Proseguire nella strada dell’unità sindacale con chi ha già accettato la Legge di Bilancio è ipocrita e non porta da nessuna parte. Il rischio è di perdere tempo e intanto non fare niente per impedirne l’approvazione.

Nessuno pensa sia facile cambiare l’orientamento di questo governo, ma non mobilitarsi significa non provarci nemmeno. Più o meno come nel 2011, quando la legge Fornero fu approvata da governo Monti con tre sole ore di sciopero. Non capire che questa è una ferita aperta per i lavoratori e le lavoratrici e quindi cambiare finalmente passo è un errore enorme e sintomo di un totale distacco dai posti di lavoro e dai problemi reali di chi lavora.

La Cgil vada avanti da sola se Cisl e Uil non ci stanno, dichiari subito la mobilitazione, fino allo sciopero generale. Questa è l’ultima possibilità che abbiamo per fermare la legge Fornero. Facciamolo, finalmente. E subito, perchè siamo già in grave ritardo.

sindacatoaltracosa – opposizione Cgil

VENEZUELA il PSUV trionfa alle elezioni regionali.

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

da psuv.org.ve

Il ​​rettore del Consiglio Nazionale Elettorale, Tibisay Lucena, ha tenuto una conferenza stampa per annunciare i risultati delle elezioni regionali di Domenica 15 ottobre a Venezuela.
Il processo elettorale ha avuto una partecipazione del 61,14%, una cifra che il rettore dell'organismo elettorale ha qualificato come ampio per un processo elettorale di queste caratteristiche.
Con il 95,8 dei voti scrutinati, Lucena ha riportato i risultati. 17 governatori sono stati vinti dalla rivoluzione bolivaria, 5 dall'opposizione, mentre lo Stato Bolivar è ancora incerto.
Il presidente dell'elettorato ha indicato che la partecipazione pacifica e civica del popolo venezuelano ratifica lo spirito democratico e sovrano del popolo venezuelano.
 

Que Viva Venezuela!

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

Que Viva Venezuela!
Incontro con Eduardo Barranco Consul General de Segunda - Ambasciata Venezuelana in Italia

Domenica 17 Settembre ore 17.00 presso il Circolo Arci Del Monco in via 28 Marzo 20 - S. Eufemia della Fonte (Brescia)

Seguirà aperitivo.

Organizza il Partito Comunista Italiano Federazione di Brescia

IL PCV (Partito Comunista Venezuelano) INSISTE : MISURE ECONOMICHE RIVOLUZIONARIE E CONTROLLI STATALI PIÙ EFFICIENTI

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

Caracas, 29 ago 2017, Tribuna Popolare da prensapcv.wordpress.com traduzione di PCI Federazione di Brescia.

TP .- L'Ufficio Politico del Partito Comunista del Venezuela (PCV) ha sottolineato la necessità di attuare misure economiche che favoriscano le persone che lavorano, volte a rilanciare l'apparato produttivo nazionale, e accompagnate da un'azione efficace da parte del stato venezuelano per assicurare l'efficiente svolgimento dei controlli sulle importazioni e sulla distribuzione dei beni di prima necessità.

GRAMSCI E L`ATTUALITA' DEL SUO PENSIERO - SABATO 9 SETTEMBRE A LONATO (BS)

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

Sabato 9 Settembre si terra` a Lonato (BS), presso il circolo A.R.C.I. ''MACHIRI'' in Loc. Gruppo Rovere alle 18.00, un convegno-dibattito sull`attualita' del pensiero gramsciano nella prassi comunista. Il programma della giornata prevede anche una cena (ore 20,30) con Spiedo o Menu` vegetariano o vegano (Euro 12 bevande escluse, su prenotazione ai numeri 3490908353- 3452160196 - 3358302182).

Organizza il Coordinamento Comunista del Garda.

Intervengono:
DINO GRECO - Direzione Nazionale PRC
ALEX HOBEL - Direzione Nazionale PCI
GIOVANNI LONATI - Associazione AlterNative
ALESSANDRO SCATTOLO - Collettivo Gardesano Autonomo