NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

NEWS

Francia: La CGT verso uno sciopero generale della funzione pubblica

Scritto da PCI Fed. Brescia. Postato in NEWS

Il sindacato francese della funzione pubblica (Fédération CGT des Services publics) chiama ad uno sciopero generale del settore per tutto il mese di Dicembre contro le politiche del governo Macron. Di seguito il comunicato del Segretario Generale (https://www.cgtservicespublics.fr/les-luttes/actualites-des-luttes-2018/preavis-de-greve-2018/article/preavis-de-greve-preavis-de-greve-de-0-h-a-24-h-pour-les-journees-des-9-10-11) nella traduzione della nostra redazione.

 

Avviso di sciopero dalle 00:00 alle 24:00 dal 9 al 31 dicembre 2018

 

Onorevoli Ministri,

 

La situazione attuale dimostra il profondo rifiuto della politica regressiva del vostro governo.

 

In questo contesto, e nella mobilitazione avviata dalla CGT per fare di dicembre un mese di lotta, la Federazione CGT della funzione pubblica ritiene necessario agire.

 

Per troppi anni abbiamo denunciato le conseguenze delle politiche dei governi succedutisi.

 

Le riforma avviata dalla legge del 16 dicembre 2010 e le leggi HPST e MAPTAM OuR del 2012, 2014 e 2016 hanno costantemente distrutto i servizi pubblici locali: nelle nostre comunità, negli ospedali, nei servizi statali ...

 

Allo stesso tempo, i servizi pubblici: trasporti pubblici, acqua, alloggi, servizi sanitari, assistenza personale, assistenza ai minori, servizi culturali, sport, pulizia, ecc. sono stati distrutti o privatizzati. Stanno scomparendo a detrimento di gran parte della popolazione che vive alla periferia di grandi centri urbani e nelle aree rurali.

 

I salari sono stati congelati troppo a lungo e la creazione di ricchezza è riservata ai "primi della cordata".

 

Le condizioni di lavoro e di vita continuano a deteriorarsi.

 

I progetti governativi sul servizio pubblico e il nostro sistema pensionistico stanno portando a drammatiche battute d'arresto. Rifiutiamo a titolo definitivo gli annunci del Presidente della Repubblica che mirano a rafforzare il potere di gestione degli eletti sul personale pubblico e rompere l'unità della Funzione Pubblica.

 

Anche per tutti questi motivi, rivendichiamo:

 

- Il disgelo immediato del punto indice della Funzione Pubblica e l'aumento dei salari pubblici e privati ​​sulla base minima di € 1.800, lo stesso per pensioni e minimi sociali;

- Ripristino della tassa sul patrimonio;

- una moratoria sull'aumento delle tasse;

- Fermare i tagli di posti di lavoro e le chiusure di servizi pubblici, la riapertura dei servizi pubblici e sociali locali per soddisfare i bisogni della popolazione in un'organizzazione di territori equilibrata e rispettosa dell'ambiente, che includa lo sviluppo del trasporto ferroviario;

- Il massiccio reclutamento di posti statali e l'apertura dei servizi necessari, in contrasto con le regressioni contenute nel Piano d'azione pubblico 2022;

- Fermare qualsiasi aumento dell'orario di lavoro e ridurre il tempo di lavoro a 32 ore;

- Salvaguardare e sviluppare il nostro sistema di protezione sociale e il nostro sistema pensionistico, a differenza del sistema voluto dal governo;

- Uno sviluppo equilibrato del territorio che passi attraverso la lotta alla concentrazione di attività nelle metropoli, veri "territori aziendali" al solo servizio dei grandi gruppi e dei loro azionisti, mantenendo i dipartimenti e le competenze e l’intervento finanziario dello Stato al livello dei bisogni.

 

Per consentire ai dipendenti di esprimere le loro richieste, la Federazione dei Servizi Pubblici CGT presenta avvisi di sciopero dalle 0:00 alle 24:00 per i giorni 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30 e 31 dicembre 2018 per tutti i dipendenti del servizio pubblico territoriale e dipendenti del settore privato del nostro settore federale (aziende idriche e fognarie, settore privato dell'abitazione sociale).

 

La nostra organizzazione rimane disponibile per tutti i negoziati sulle richieste del personale, sia a livello nazionale che locale.

 

Vi mandiamo, onorevoli Ministri, i nostri saluti sinceri.

Per la Federazione CGT dei servizi pubblici,

Baptiste TALBOT

Segretario Generale

 

 
 
 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna