NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Le Proposte del PCI - Banchetto a Brescia in C.so Zanardelli

Scritto da PCI Fed. Brescia.

E` cominciata a Brescia la campagna informativa sul programma del PCI per cambiare l`Italia. Distribuito in C.so Zanardelli un estratto del programma politico  +STATO -MERCATO. Interesse e curiosita` da parte dei passanti per il ritorno nelle piazze delle bandiere e del simbolo del Partito Comunista Italiano.

La campagna continuera' per tutto il mese di Dicembre con iniziative settimanali.

 

IDEAL STANDARD IN SCIOPERO - A ROCCASECCA (FR) 500 famiglie sul lastrico.

Scritto da PCI Fed. Brescia.

Sciopero di quattro ore oggi negli stabilimenti Ideal Standard, compresa la sede Bresciana, dopo che l`azienda ha comunicato la decisione di chiudere lo stabilimento di Roccasecca (Frosinone), con il licenziamento dei 300 dipendenti (piu` altri 200 dell`indotto che resteranno coinvolti dalla dismissione dell`impianto) senza la possibilita` di ricorrere ad ammortizzatori sociali (qui il link al comunicato aziendale).

La decisione di cessare l’attività a Roccasecca è stata comunicata ieri dai vertici societari della multinazionale alle segreterie nazionali dei sindacati, ai quali è stato annunciato che saranno avviate le procedure per arrivare alla chiusura del sito industriale. E ieri l’azienda ha fatto sapere all’ex Ceramica che quanto sta accadendo a Roccasecca non avrà ripercussioni su Trichiana. Ma nervosismo e apprensione hanno comunque e inevitabilmente iniziato a diffondersi anche tra i lavoratori delle altre sedi.

Come PCI bresciano esprimiamo massima solidarieta` ai lavoratori ed esprimiamo preoccupazione per la continua e apparentemente inarrestabile deindustrializzazione in corso nel nostro paese.

Di seguito il comunicato delle sigle sindacali.

Comunicato del Comitato Centrale del Pci

Scritto da PCI Fed. Brescia.

Il Comitato Centrale del Partito Comunista Italiano, riunitosi il 26 novembre 2017, approva la relazione del segretario nazionale Mauro Alboresi e, in vista delle imminenti elezioni politiche, dà mandato al gruppo dirigente di continuare a verificare la possibilità di costruzione di una lista elettorale articolata e unitaria, comunista, anticapitalista, di sinistra alternativa. Una lista aperta a tutti coloro che non intendano affidare la necessaria discontinuità con le politiche neoliberiste e antipopolari condotte in questi anni dal centrodestra e dal centrosinistra a quanti (ovunque collocati) si sono resi responsabili di tali sciagurate scelte.

Per questo abbiamo convintamente partecipato alla manifestazione dell’11 novembre scorso, indetta dalla piattaforma Eurostop contro questa Europa e questo governo: denunciando in piazza l’approfondimento delle disuguaglianze, l’impoverimento del Paese, la svendita del suo patrimonio produttivo, il logoramento del tessuto democratico e il ritorno delle destre più retrive. Una realtà drammatica che ha allontanato dal voto e dalla stessa sinistra una consistente parte di popolo.

La NATO e i neonazisti in Ucraina: la risposta dei comunisti e delle forze antifasciste

Scritto da PCI Fed. Brescia.

di Massimo Leoni, segreteria regionale PCI Lombardia

Il PCI della Lombardia, assieme al Dipartimento Esteri PCI, ha organizzato a Milano, per il prossimo sabato 2 dicembre, un’importante Convegno pubblico sull’Ucraina, con la presenza prestigiosa del Segretario Generale del Partito Comunista dell’Ucraina, compagno Piotr Symonenko. Nell’articolo che segue i motivi per cui il PCI ha ritenuto di dover organizzare il Convegno
Fin dal 1997 uno dei principali ideologi dell’imperialismo statunitense, Z. Brzezinski, nel suo celebre libro “La grande scacchiera”, aveva individuato chiaramente nella zona geopolitica ucraina uno dei più importanti spazi dello scacchiere euro asiatico: una tesi politica che venne ben compresa dalle successive amministrazioni di Washington.

La Libertà di manifestazione del pensiero: Il fascismo come una voce democratica

Scritto da Mattia Catarina - PCI Brescia.

di Mattia Catarina - FGCI PCI Federazione di Brescia

 “Il vero coglione è chi non si confronta. Chiunque si presenti dentro il recinto democratico – ha detto il popolare giornalista – merita di essere ascoltato e trattato con rispetto da tutti”. (Enrico Mentana durante il dibattito con Simone Di Stefano, vice presidente di Casapound).

“Perché ospitiamo Simone Di Stefano, leader di un partito fascista, a Piazza Pulita oggi? Perché noi non ci facciamo intrappolare da vizi ideologici, da battaglie ideologiche, noi siamo giornalisti, invitiamo chi fa notizia, non siamo politici…” (Corrado Formigli durante la copertina della puntata di Piazza Pulita del 9 novembre 2017).

1917-2017 CENTO ANNI FA LA RIVOLUZIONE.. QUAL'È IL NOSTRO FUTURO?

Scritto da PCI Fed. Brescia.

1917-2017
CENTO ANNI FA LA RIVOLUZIONE.. QUAL'È IL NOSTRO FUTURO?

Il Coordinamento Comunista del Garda organizza:

Dibattito pubblico sull'OTTOBRE ROSSO
Intervengono:
LAMBERTO LOMBARDI
Segretario Provinciale PCI Brescia
FIORENZO BERTOCCHI
Segretario Provinciale PRC Brescia
ALESSANDRO SCATTOLO
Collettivo Autonomo Gardesano

Inizio dibattito ore 17
Cena sociale ore 20,30
Spiedo o menù vege-vegan Euro 12 bevande escluse

Per info e prenotazioni
3490908353
3452160196
3358302182

SABATO 2 DICEMBRE

Circolo Arci V. & C. - Machiri

Via Fonte del Fabbro, 3, 25017 Lonato del Garda